All’interno di un cantiere le carriole sono uno degli strumenti di maggior utilizzo.
L’oggetto in questione è stato inventato per facilitare il trasporto di ingenti quantità di materiale, consentendo agli operatori di applicare il principio delle leve, impiegando così un decimo della forza altrimenti necessaria per la movimentazione.
Nel corso degli anni, le case produttrici hanno cercato di diversificare e ampliare la proposta in materia, riservando particolare attenzione al miglioramento delle condizioni di lavoro, fino ad arrivare alla creazione delle cosiddette carriole ergonomiche.
La Svelt, con sede a Bagnatica (BG), in Via delle Groane, n. 13, in qualità di azienda specializzata nella produzione e nella vendita di strumenti per l’edilizia e non solo, offre ai propri clienti una vasta gamma di carriole ergonomiche, assicurando ai futuri acquirenti attrezzature pensate per rispondere a specifiche esigenze di utilizzo.

L’impugnatura ergonomica, infatti, permette all’incaricato di usare la carriola in maniera agevole, anche a pieno carico, spostandosi con facilità su terreni difficili e in presenza di condizioni meteo sfavorevoli.

In acciaio


Le carriole ergonomiche in acciaio sono resistenti e compatte, facili da montare e maneggevoli nell’utilizzo.

Di solito impiegate in operazioni di cantiere, gli strumenti in questione si rivelano estremamente versatili, tanto da essere usati anche per giardinaggio e agricoltura.

La ruota a disco pneumatica e il telaio in tubolare da 30 mm rendono la carriola ergonomica una delle proposte che riscuote maggior successo sul mercato.


Ribaltabile


Questa proposta ergonomica in acciaio verniciato è ideale per essere impiegata in cantiere, in ragione della frequente esigenza di dover appendere la carriola ad una gru per consentirne lunghi spostamenti.

Si tratta, dunque, di uno strumento professionale, con ruota a disco pneumatica, telaio in tubolare e, appunto, comodo gancio di presa per facilitare l’ancoraggio al sistema di sollevamento.


Polipropilene


Le carriole ergonomiche possono essere realizzate anche in polipropilene, un materiale termoplastico che si adatta perfettamente ad un utilizzo agricolo o a manutenzioni del manto stradale.

Di facile montaggio, la carriola in polipropilene si rivela estremamente gradita a chi ha necessità di grandi volumi, pur mantenendo la facilità di manovra dei modelli ergonomici.


Sistema elettrico


Le carriole ergonomiche con sistema elettrico sono ideali per il trasporto di sabbia e mattoni nei cantieri, poiché consentono alle aziende di mettere al sicuro i lavoratori e la loro salute, acquistando strumenti in grado di svolgere il compito assegnato, senza ripercussioni per i soggetti incaricati degli spostamenti.

La struttura in alluminio con vasca in polietilene ad alta densità (HDPE) è progettata per sopportare il trasporto di carichi pesanti su terreni difficili, grazie alle maniglie di controllo ed ai comandi ergonomici e intuitivi.

Basterà, infatti, spingere la carriola in avanti per azionare l’impulso al motore, mentre sarà sufficiente tirare per far indietreggiare lo strumento.


Sistema trasformabile


Una ulteriore versione della carriola ergonomica elettrica è il modello trasformabile, ovvero quello che prevede un comodo sistema di smontaggio della vasca, utile a convertire la carriola in un carrello elettrico professionale.

Grazie a questo l’operatore può procedere alla movimentazione di carichi pesanti e piccoli pallet, agevolato dalla previsione di forche regolabili.

La funzione di sollevamento e abbassamento manuale, i comandi intuitivi e il pedale di velocità completano la dotazione di una carriola divenuta ben presto uno strumento di lavoro indispensabile per aziende e professionisti.


La “salva schiena”


Nota proprio come modello “salva schiena”, la carriola Toro della serie Matador, con il suo telaio in acciaio verniciato e la vasca in plastica rinforzata, è lo strumento ideale per una clientela attenta alla propria salute.

Grazie a questa tipologia ergonomica, infatti, l’operatore riesce a spostare grossi pesi con facilità, senza affaticare gli arti o la schiena.

Ideale per cantieri e giardini, il sistema a 3 ruote permette di affrontare i terreni sconnessi, senza invalidare il trasporto del materiale o i tempi di spostamento richiesti.


Ergonomica rinforzata


Per assicurare uno strumento ancora più robusto e duraturo, è arrivata in commercio la carriola ergonomica Matador rinforzata.

La sua particolarità risiede, appunto, nei rinforzi aggiuntivi inseriti nella struttura, realizzata in acciaio verniciato a polveri.

La carriola risulta estremamente maneggevole, grazie alle maniglie ovali, ideali per assicurare una presa ergonomica e confortevole, agevolata anche dalla gomma naturale utilizzata per la creazione dell’impugnatura.


Versione ergonomica portasecchi


Unica sul mercato italiano, la carriola ergonomica portasecchi Matador è particolarmente utile quando la gru è indisponibile o impegnata in altre attività.

Grazie a tale strumento l’operatore può trasportare comodamente grossi sacchi di sabbia, cemento e malta, senza danni per la salute di schiena e arti.

Il telaio in acciaio rinforzato, le staffe che compongono la struttura e la ruota antiforatura ed antimpronta assicurano un prodotto professionale e duraturo, ideale per lo svolgimento di tutte le operazioni di cantiere.

Per saperne di più sulle carriole ergonomiche affidati agli esperti Svelt.

Visita il sito internet o chiama il numero 035/681104.